Come scegliere una buona lavastoviglie?

0

Per scegliere una buona lavastoviglie è necessario tenere sotto controllo alcune funzioni, i prezzi e le prestazioni dei fattori necessari per verificare l’andamento di questo elettrodomestico. Esistono diversi tipi di lavastoviglie e prima di acquistarne una è necessario seguire una guida dettagliata, in modo tale da avere dei risultati impeccabili, contenendo sprechi e altri tipi di implicazioni. Oltre a ciò che segue, potrete trovare maggiori dettagli su www.migliorprodotto.net.

I diversi modelli di lavastoviglie

Esistono diversi modelli di lavastoviglie in commercio. Quale scegliere? Innanzitutto, bisogna fare una distinzione tra lavastoviglie da incasso e invece quelle esterne. Le lavastoviglie da incasso sono quelle che si installano in degli spazi precisi della cucina. Invece poi, ci sono le lavastoviglie esterne che possono essere installate in ogni parte della casa senza la necessità di essere inserite all’interno di un alloggio mobiliare. Acquistare una lavastoviglie da incasso implica la necessità di verificare anche la compatibilità dello spazio. In linea generale, tranne nei casi in cui si ha a che fare con dei modelli oversize, solitamente le lavastoviglie da incasso hanno una misura di circa 60 cm. Invece esistono lavastoviglie esterne di varie misure.

Scegliere la lavastoviglie in base alle caratteristiche tecniche

È possibile scegliere la lavastoviglie tenendo sotto controllo l’etichetta. Infatti è proprio dalle indicazioni della scheda tecnica, vi sarà la possibilità di conoscere le caratteristiche del prodotto. La lavastoviglie Infatti deve essere scelta in maniera corretta analizzando:

  • il consumo energetico;
  • il consumo idrico;
  • la rumorosità.

Per scegliere la lavastoviglie che consuma poco, ne dovete trovare una appartenente alla classe energetica A + oppure a quella A++. Alcuni modelli più costosi invece appartengono alla classe energetica A +++. Solitamente questi modelli costano almeno 500 euro. La lavastoviglie di classe A + tende a consumare circa 0,98 kWh mentre invece quelle di classe A ++ scendono a 0,91 kWh. Le lavastoviglie A +++ consumano 0,84 kWh per ogni ciclo. Inizialmente ci sarà un investimento più alto ma poi, la lavastoviglie consumerà molto meno e vi darà un ottimo risparmio. La lavastoviglie da incasso inoltre, deve essere poco rumorosa perché potrebbe diventare fastidiosa se usata spesso nel corso della giornata. Infatti, per scegliere un modello che possa essere abbastanza silenzioso bisogna trovare qualcosa che riesca a scendere al di sotto dei 44 decibel. Per capire qual è il consumo idrico ed energetico della lavastoviglie bisogna perciò andare a calcolare tutti questi fattori ma in generale, nelle etichette ci sarà scritto anche il consumo d’acqua in base all’efficienza dell’elettrodomestico.

Le funzioni extra di una lavastoviglie

Quando si sceglie una lavastoviglie, bisogna prendere in considerazione anche delle funzioni extra. Ci sono alcuni modelli che danno la possibilità di mettere in campo anche l’asciugatura. Infatti a fine lavaggio, si mette in campo questa funzione con lo scopo di eliminare tutte le gocce d’acqua e quindi andare a togliere la possibilità che si creino degli aloni sulle stoviglie. In più, è importante tra le funzioni, considerare anche i lavaggi automatici o quelli che possono essere fatti a tempo. Da tenere sotto controllo anche le dimensioni della lavastoviglie nonchè la sua capienza in termini di comodità, di organizzazione degli spazi. Tutte le lavastoviglie inoltre devono avere un dispositivo di tipo elettronico che possa garantire la sicurezza. Si parla, ad esempio, del blocco che deve essere subito attivato quando la pompa dell’acqua non funziona in una maniera corretta. Fate anche molta attenzione nella scelta e al numero dei coperti, perché altrimenti si rischia di non avere una lavastoviglie sufficientemente grande per tutta la propria famiglia.

Le funzioni ecologiche per il rispetto dell’ambiente

Tra le altre funzioni importanti per una lavastoviglie vi sono quelle di tipo ecologico. Infatti la lavastoviglie può anche essere dotata di una sorta di filtro Eco che permette il lavaggio veloce o anche un pretrattamento che quindi potrebbe andare a rendere molto più facile il lavoro dell’ elettrodomestico nella fase successiva, ovvero quella del lavaggio completo.

Come scegliere la lavastoviglie, i prezzi

Quando si sceglie la lavastoviglie è impossibile non tenere in considerazione il budget di riferimento. La cosa ideale sarà trovare un modello che possa rispettare una buona qualità prezzo relativamente al tipo di funzione di cui avete necessariamente bisogno. Il budget a disposizione è un fattore imprescindibile per questa selezione ed è per questo che dovete analizzare le funzioni necessarie per la vostra attività quotidiana e poi scegliere la lavastoviglie che possa rispondere alle vostre esigenze, avendo tutte le carte in regola. Nel calcolo del costo della lavastoviglie si possono tenere anche in considerazione tutti i costi di installazione di questo elettrodomestico che necessita dell’aiuto di un esperto per poter essere montato in cucina. Alcuni grandi magazzini offrono la possibilità di installare gratuitamente la lavastoviglie, ma anche di prendere il vostro vecchio modello portandolo via da casa e facendovi risparmiare sui costi di smaltimento.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.