Il Pantheon di Parigi: visitiamo la solennità dell’arte francese

0

La storia di Parigi è costellata di uomini di cultura e di condottieri storici che ne hanno intessuto la trama. Molte delle visite alla città vengono organizzate proprio per riscoprire i luoghi, i caffè e i palazzi frequentati da uno scrittore o da un pittore. 

Per chi è appassionato d’arte, quindi, organizzare un viaggio a Parigi low cost è la soluzione migliore per poter soddisfare la propria sete di conoscenza e, al contempo, imparare a conoscere meglio la vita di un celebre artista.

Uno dei posti da vedere è il Pantheon, dove riposano le spoglie di autori del calibro di Victor Hugo ed Emile Zola. Il Pantheon, che nacque inizialmente come chiesa, è il posto in cui riposano molti degli uomini più illustri della Francia, ed è per questo la meta prediletta di tanti turisti. Fu l’architetto Jacques-germai Soufflot che nel 1757 fu incaricato dal re Luigi XV di costruire una chiesa in omaggio di Sainte Geneviéve, la santa patrona di Parigi, che ne gettò le basi.

La chiesa fu eretta sui resti di un preesistente edificio di culto, sempre dedicato alla santa. Nel 1790 fu terminata la cupola e quindi la chiesa poteva dirsi conclusa. Gli anni della rivoluzione francese videro, però, la chiesa trasformarsi in Pantheon. Vennero, così, murate le 42 finestre e l’edificio assunse l’aspetto freddo che possiede oggi. Tutta l’architettura del Pantheon è di stile classico.

Le 22 colonne corinzie del pronao coprono parzialmente la cupola che da l’impressione di essere sospesa nel vuoto. Nel frontone triangolare, la scritta “Ai grandi uomini, la patria riconoscente” è un inno celebrativo. Nel rilievo ispirato alla storia della nazione  si scorgono, tra gli altri, Napoleone con i suoi generali, Rousseau e Voltaire.Il Pantheon è, quindi, un pezzo di storia francese, nel quale si possono trovare tracce del glorioso passato di una nazione da sempre fortemente legata alle sue radici.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.