La Basilica di San Domenico a Perugia

0

In una terra che potremmo definire mistica come l’Umbria, è veramente difficile non accorgersi delle numerose chiese, duomi e basiliche che sorgono nelle grandi città, come nei piccoli borghi. A Perugia, la Basilica di San Domenico vale la pena di essere visitata. Si pone come una delle basiliche umbre più grandi, e al suo interno conserva affreschi e opere artistiche di grande pregio.

La costruzione dell’edificio religioso risale alla seconda metà del Trecento. Nei primi anni dello stesso secolo il pontefice Benedetto XI donava all’ordine dei Domenicani, a cui lui stesso apparteneva, la Chiesa di Santo Stefano in Castellare, poi demolita per far posto alla nuova basilica. Tuttavia, la consacrazione avvenne molto tempo dopo, precisamente nel 1459 da papa Pio II.

La struttura della Basilica di San Domenico ha decisamente ispirato la forma architettonica della futura Cattedrale di San Domenico. Dal punto di vista architettonico la facciata esterna, soprattutto il portale, riportano uno stile rinascimentale. Addirittura la scalinata doppia è chiaramente barocca. Ciò fa intuire che la forma originaria è stata nel tempo modificata.

Internamente la Basilica di San Domenico è divisa in tre navate. I documenti riportano delle ristrutturazioni avvenute nel Seicento, dopo i cedimenti della struttura originaria, e condotti da Carlo Maderno. Nome importante per allora, poiché si occupò di progettare la facciata della Basilica di San Pietro.

Tra gli elementi artistici da apprezzare c’è il monumento funebre a Benedetto XI, o il coro ligneo risalente alla fine del Quattrocento. L’organo, poi, spicca maestoso nella chiesa e porta la firma di Luca Neri.

All’interno della Cappella della Madonna del Voto risalta la bellezza e la preziosità dell’affresco soprastante l’altare, realizzato da Agostino di Duccio nel 1459. Esistono poi affreschi di altri autori, che operavano nel territorio umbro.

Rimangono da evidenziare il campanile, sicuramente più alto dell’originaria altezza, e ridimensionato per problemi di stabilità; e il chiostro, attualmente sede dell’Archivio di Stato e del Museo Archeologico Nazionale.

La Basilica di San Domenico di Perugia è tra le opere religiose da non perdere durante un soggiorno turistico in Umbria.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.