Salute intima femminile

0

Uno dei fattori che influiscono maggiormente sulla salute intima femminile è l’igiene quotidiana.
Le parti intime femminili sono caratterizzate da un equilibrio interno molto delicato, per questo la loro igiene deve essere trattata con particolare attenzione.

Scopriamo quali sono le sane abitudini da adottare e quali gli errori da evitare per preservare e mantenere l’equilibrio delle parti intime ed evitare fastidiosi problemi.

Come si difende il sistema intimo femminile?

Negli organi genitali femminili sono normalmente presenti numerosi microrganismi che costituiscono un ecosistema, un ambiente dove vivono batteri buoni e batteri nocivi.

La presenza di batteri buoni, chiamati Lattobacilli di Döderlein, è fondamentale perché rappresenta il sistema di difesa che impedisce lo sviluppo di germi cattivi, causa di infezioni.

I Lattobacilli producono, infatti, una sostanza acida che impedisce la crescita degli altri germi.
L’acidità della vagina è misurata dal pH; per la salute delle parti intime è importante mantenere il pH a un livello compreso fra 3,5 e 5,5.

Per il trattamento delle cerviciti, cervico-vaginiti, vaginiti e vulvo-vaginiti, possiamo  usare Meclon Ovuli.

Cosa sono le secrezioni vaginali?

La lubrificazione interna della vagina è all’origine delle secrezioni vaginali.
Queste secrezioni servono alla vagina per auto-pulirsi naturalmente.
Le secrezioni vaginali vengono rilasciate dalle ghiandole della cervice uterina. Attraversando la vagina per arrivare all’esterno, svolgono una naturale funzione di pulizia, mantenendo l’ecosistema vaginale umido e sano.

La loro presenza è fisiologica ed è indice del buono stato di salute e del corretto funzionamento dei meccanismi di protezione della vagina.
Non bisogna, quindi, preoccuparsi se compaiono delle secrezioni, a meno che:

  • abbiano un cattivo odore
  • non abbiano un colore limpido o biancastro
  • provochino prurito e dolore

In questi casi è consigliabile parlarne con il ginecologo perché potrebbero essere la spia di un’infezione in corso.

Consigli per la salute intima

La prima regola per mantenere le parti intime in salute è prendersi cura ogni giorno della propria igiene intima.
Una corretta igiene intima quotidiana è essenziale per mantenere sano l’apparato genitale ed evitare l’insorgenza di infezioni batteriche che, se trascurate, possono causare problemi ginecologici anche importanti.

E’ necessario prestare molta attenzione a come prendersi cura delle parti intime: lavarle troppo spesso, oltre ad essere non necessario, può addirittura risultare controproducente.
Lavaggi troppo frequenti possono portare a sviluppare infezioni batteriche, perché viene alterato l’equilibrio interno della vagina.

La vagina è in grado di auto-pulirsi grazie alla lubrificazione naturale, per cui per non alterare l’equilibrio interno, è sufficiente lavarsi una volta al giorno, con acqua tiepida e utilizzando prodotti delicati.

Se vengono usati detergenti troppo aggressivi o non adatti a mantenere il giusto pH vaginale, possono insorgere o peggiorare problemi come cattivo odore, secchezza o infezioni ricorrenti, come la candida.

I prodotti migliori sono i detergenti leggermente acidi, che non fanno schiuma, non profumati e non aggressivi. Profumi e deodoranti intimi sono infatti una delle cause più frequenti di irritazioni e reazioni allergiche.

Le 5 regole per una corretta igiene intima

Mantenere una corretta igiene intima non è difficile, basta seguire poche, semplici regole:

  1. lavarsi bene le mani prima di lavare o toccare le parti intime;
  2. lavarsi 1, massimo 2 volte al giorno, utilizzando detergenti con pH fisiologico;
  3. lavare prima l’area genitale e poi quella anale, procedendo dalla vagina verso l’ano, per evitare di portare germi in vagina.
  4. asciugarsi accuratamente, sempre partendo dal davanti verso il dietro;
  5. evitare l’uso di irrigazioni e lavande vaginali se non consigliate dal ginecologo;

Le buone abitudini da adottare

  • non indossare indumenti troppo aderenti;
  • utilizzare biancheria intima di cotone, preferibilmente bianca; indumenti sintetici o colorati possono causare irritazioni e reazioni allergiche;
  • non usare salva-slip, perché impediscono una naturale traspirazione, facilitando la proliferazione di germi;
  • cambiare spesso gli assorbenti durante il flusso mestruale, alternando l’uso di assorbenti interni ed esterni;
  • svuotare la vescica dopo un rapporto sessuale e lavarsi accuratamente;
  • cambiare la biancheria intima ogni giorno e lavarla a 60° minimo;
  • non usare profumi o deodoranti intimi, causa di irritazioni e reazioni allergiche;
  • non restare troppo tempo con il costume bagnato dopo aver nuotato al mare o in piscina;
  • evitare l’uso promiscuo di biancheria intima, asciugamani e costumi;
  • sottoporsi almeno una volta l’anno a visita ginecologica, per prevenire e individuare eventuali infezioni.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.