Una settimana in Portogallo: cosa fare, cosa vedere

0

Il Portogallo è una delle nazioni europee che negli ultimi anni sta incuriosendo maggiormente il turista italiano. Se anche tu vuoi andare in Portogallo ti consigliamo di preparare il tuo itinerario con buon anticipo. Questo ti consentirà di predisporre un viaggio in modo corretto, evitando di visitare luoghi che in effetti non ti interessano poi così tanto o di “mancare” le principali mete turistiche della zona.

Prima di partire: meglio conoscere il portoghese

Ormai per viaggiare è in genere sufficiente conoscere in modo discreto l’inglese, lingua che ci permette di conversare con moltissime persone in giro per il mondo. Seguendo però i suggerimenti di eDreams, diventa facile conoscere anche alcune frasi in portoghese, almeno il minimo indispensabile per poter trovare l’albergo o cercare un ristorante. Non stiamo parlando di studiare approfonditamente la lingua, ma semplicemente di avere una minima infarinatura del frasario classico, in modo da non trovarsi invischiati in conversazioni del tutto incomprensibili con qualcuno che conosce solo la propria lingua natale e non comprende l’inglese o l’italiano, o comunque nessuna altra lingua. Per altro sarebbe buona norma avere un frasario minimo nella lingua locale di qualsiasi meta in cui ci si dirige, per riuscire a familiarizzare al meglio con le persone che si incontrano.

Come preparare un itinerario in Portogallo

Il Portogallo è una nazione ricca di storia e di zone dalla natura incontaminata. Stiamo quindi parlando di un luogo che offre diverse opportunità di viaggio, a seconda delle tue personali preferenze. Predisporre un itinerario ti permette anche di capire dove sia meglio atterrare con l’aereo; a tal proposito scopri di più sulle opportunità di viaggio low cost dall’Italia al Portogallo. Se il tempo a disposizione è poco, quindi una settimana o meno, conviene in genere preparare un itinerario che si concentri su una singola zona del Portogallo, quindi ad esempio Porto e la zona settentrionale, oppure Lisbona e i suoi dintorni, o ancora la parte meridionale dello Stato. Questo ti permetterà di vedere praticamente tutto quello che c’è di bello in un’area abbastanza ristretta, senza trovarti a dover organizzare un secondo viaggio nello stesso luogo per aver dovuto saltare alcune delle mete preferite dai turisti.

Cosa vedere in una settimana a Lisbona e dintorni

Lisbona è una delle città più antiche d’Europa, c’è chi ritiene che sia stata fondata dai Fenici nel lontano 1200 a.C. Il turista ha di che sbizzarrirsi in questa soleggiata città affacciata sull’oceano atlantico. Contemporaneamente propone panorami mozzafiato, un enorme e bellissimo castello e tantissimi piccoli quartieri in cui trascorrere almeno qualche ora. Di solito la visita parte proprio dal castello, che si eleva al di sopra della città e consente di avere un’ottima visuale di tutta la zona. Lisbona è situata sul mare ed è divisa in due dal fiume Tago, uno dei più importanti corsi d’acqua del Portogallo. La zona più piacevole per una passeggiata pomeridiana è il quartiere di Baixa, nel cuore di Lisbona. Imperdibile anche la statua del cristo redentore, che ricorda quello più grande di Rio de Janeiro.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.